William e l’incoronazione low-profile: l’esempio dei re nordici

(Adnkronos) – Re Carlo III potrebbe essere l'ultimo sovrano britannico ad aver avuto un'incoronazione in gran pompa. William potrebbe infatti scegliere una cerimonia più semplice, di fronte all'esempio dei sovrani nordici. Dopo l'annuncio a sorpresa dell'abdicazione della regina Margrethe di Danimarca non è infatti prevista nessuna cerimonia di incoronazione per la salita al trono del figlio Frederik, che diventerà re il 14 gennaio con una proclamazione ufficiale del castello di Amalienborg.  Dopo la Danimarca, è probabile che vi siano cambiamenti nei prossimi anni anche in altre due monarchie europee. Re Carlo XVI Gustavo di Svezia e re Harald V di Norvegia sono entrambi saliti al trono nel 1973. Il primo ha 77 anni e il secondo 86, non è escluso che possano abdicare. Anche in questi due Paesi non sono previste cerimonie di incoronazione e tali esempi potrebbero aprire un dibattito in Gran Bretagna sui costi di questi eventi. Tanto più che l'incoronazione non è strettamente necessaria. Nelle monarchie ereditarie un sovrano sale al trono nel momento in cui cessa il regno del predecessore: Carlo è diventato re nell'istante in cui è morta la madre Elisabetta II. Secondo Ingrid Seward, autrice del libro "Prince Philip revelead" (Il principe Filippo rivelato), quando sarà il momento William non vorrà una cerimonia fastosa come quella del padre. "Penso sia perché non vorranno caricare i costi sui sudditi. Probabilmente penseranno che non è buona cosa – ha detto l'esperta della famiglia reale a Newsweek – Non penso vedremo mai più un'altra grande incoronazione. Molta gente non capisce tutti questi rituali. Probabilmente vi sarà un'incoronazione molto ridotta".  Comunque il 75enne Carlo III, salito al trono da poco più di un anno, non sembra incline ad abdicare a favore del figlio, per lo meno a breve termine. E forse anche William ne è sollevato. Il padre ha sempre detto che intende permettergli di godersi la famiglia con i tre figli, dato che un re non ha più una vita privata. —internazionale/royalfamilynewswebinfo@adnkronos.com (Web Info)